il libro del mese di ottobre

30 10 2007

Ripensamenti, cambi di rotta, testacoda furibondi sono all’ordine del giorno nella mia vita. Nella mia vita disorganizzata. Capita con gli esami universitari, con le uscite del sabato sera. Così, diventa un problema la scelta della birra, quella del tabacco per la pipa. La scelta stessa, della pipa.

La disorganizzazione si trasferisce per osmosi anche in questo blog. Uno spazio nuovo che avevo previsto non si fa più, e uno spazio che doveva essere cassato, non si cassa più.

Leggi il seguito di questo post »





La donna che parlava con i morti

25 10 2007

C’è una protagonista che racconta, Anna, giovane commessa anarchica, e c’è una protagonista nell’ombra, che però domina la scena: Marta, la donna che parla con i morti. Sono le sponde opposte di un fiume dove scorre la vita di quattri ventenni che… si son conosciuti al bar negli anni Ottanta a Genova. Diventeranno: uno scrittore, un giornalista aspirante scrittore, un poliziotto, un camorrista.
Quattro amici.
Più Anna.
Più Marta.
Sei personaggi che usano internet ma che si ritroveranno legati al passato: a una maledizione lontana, negli anni in cui i tedeschi si ritiravano e c’erano spari e morti ammazzati dappertutto. E un casolare dove viveva, reclusa, una specie di santa, che però aveva peccato.

Questi, a grandi linee, sono i fili in cui si dipana La donna che parlava con i morti, casa editrice Newton Compton, che esce tra oggi e domani.
Una buona copertina, un buon prezzo (9,90), un buon numero di copie tirate.
Speriamo che sia femmina.

 

Cosa si prova ad avere un proprio libro tra le mani? Si fanno gli scongiuri: speriamo non ci sian refusi e cacchiate varie.
Cosa si prova a vederlo esposto in vetrina? Si pensa che presto arriveranno Vespa, Camilleri e Sgarbi, tutti e tre insieme, e la commessa, se è sbadata, ti farà cadere per terra e si dimenticherà di te.

————

Esce oggi in libreria l’ultimo romanzo di Remo Bassini. Editore Newton Compton. Costo 9,90 euro.

  • Qui, il blog dell’autore.
  • Qui, l’intervista fatta da Renzo Montagnoli a Remo.

In bocca al lupo, Remo!





Piccola storia semplice

18 09 2007

Chiedo scusa a Barbara Garlaschelli per lo spudorato copia-incolla del titolo di un suo post, ma quella che lei narra in questo post non è proprio una piccola storia semplice. O meglio, lo è. Solo che l’imbecillità di certi uomini l’ha resa complessa.

Remo Bassini, in un commento a quel post di Barbara, dice che bisognerebbe urlare. Son d’accordo. Bisognerebbe sforare i timpani a chi è refrattario a certe tematiche. A chi risponde con argomentazioni idiote e non prova alcuna vergogna della sua idiozia.

Questo post, naturalmente, non servirà a niente. Ma l’ho scritto comunque.