Le foto della vergogna

27 10 2007

La notizia, partita dal portale Asianews, si è diffusa rapidamente. Ieri il telegiornale de La7 si era aperto con una copertina molto bella e toccante sulla situazione in Birmania. Oggi, blog e blogger di tutto il mondo si danno il passaparola e diffondono quanto più possibile le ultime notizie da una terra devastata dalla violenza e dalla crudeltà.

Le foto che possiamo vedere sono due, sono foto rubate da un obitorio da qualcuno che ha pregato venissero diffuse, affinché il mondo si rendesse conto di quello che succedendo in Birmania. Orribili. Forti. Ci fanno pensare che tanto altro è accaduto, che tanti altri – monaci e non – hanno subito la stessa sorte. Abbiamo paura a invocare un possibile numero delle vittime, centinaia, migliaia, centinaia di migliaia. Sappiamo che cresce di giorno in giorno. Sappiamo che è necessario che l’orrore cessi.

La comunità internazionale è debole, non ha gli strumenti per impedire torture e uccisioni. La Cina ha un ruolo fondamentale in questo processo, sia economico che di veto. Gli stati (dagli States della democrazia irachena a questa Europa che nulla conta) non intendono perdere le commesse milionarie delle Olimpiadi di Pechino del 2008 e tutti gli altri affari che ogni giorno vengono condotti con l’appoggio del governo cinese.

Esquisse aderisce all’appello lanciato da Giuseppe Iannozzi e lo rilancia agli altri blogger.

Leggi il seguito di questo post »